Il Bordolese Italiano: Maliano 2012
Il Bordolese Italiano: Maliano 2012
Il Bordolese Italiano: Maliano 2012
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Il Bordolese Italiano: Maliano 2012
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Il Bordolese Italiano: Maliano 2012
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Il Bordolese Italiano: Maliano 2012

Il Bordolese Italiano: Maliano 2012

Venditore
6 BOTTIGLIE
Prezzo di listino
€103,50
Prezzo scontato
€103,50
Prezzo di listino
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Spedizione calcolata al momento del pagamento.

Seleziona la quantità desiderata nel menù a fianco, clicca e noi ti consegnamo il vino a domicilio, ti ricordiamo che le nostre casse sono da 6bt 

Analisi Organolettica:

Il Maliano nasce dal Blend di varietà autoctone e vitigni internazionali e si presenta alla vista di colore rosso rubino intenso; al naso elegante e calibrato, esibisce note olfattive dominanti di frutto a bacca nera, affiancate da sensazioni più fresche e balsamiche; al palato è armonico e vellutato. Il tannino è in buon equilibrio con l’acidità. 

Riconoscimenti:

Gambero Rosso 2020: 2 bicchieri rossi, Maliano Igt 2016
Gambero Rosso 2019: 2 bicchieri rossi, Maliano Igt 2015
(Annata attualmente in commercio 2012, contattarci per le altre annate) 

Varietà:

40% Sangiovese, 30% Merlot, 30% Cabernet Sauvignon

Vinificazione, maturazione ed affinamento:

Le Uve, raccolte meticolosamente a mano, arrivano in cantina e vengono separate per ogni varietà, per poi essere trasferite in vasche, dove fermentano per non più di 14 giorni a temperatura controllata di 24 °. Il processo successivo è l'affinamento per un anno, rigorosamente separate, il Sangiovese in tonnaux di rovere francese, il Merlot ed il Cabernet S.(separati in base al tipo di varietà) in barriques di rovere francese, per almeno un anno. Successivamente viene imbottigliato e tenuto in affinamento in bottiglia 12-18 mesi.

Curiosità andamento climatico

 

Annata 2012

Questa annata ha visto sia l'autunno che l'inverno caratterizzati da un clima piovoso e freddo.  A fine 2012 si sono verificati fenomeni nevosi, seguiti da giornate estremamente rigide.  Finalmente aprile ha mostrato un clima mite nei primi giorni che ha portato ad un anticipo del germogliamento delle viti di qualche giorno rispetto alla media storica. Nonostante ciò la stagione vegetativa è stata molto favorevole, con picchi di temperature alte alla fine di giugno e luglio, mentre dalla prima decade di agosto le temperature sono aumentate. La seconda decade del mese ha invece visto piogge intense che ha provocato un abbassamento di temperatura ed ha favorito il processo di maturazione. Dopo il 20 di settembre le uve hanno beneficiato dell’escursione termica tra giorno e notte  che ha consentito alle stesse di evolvere in maniera ottimale verso la completa maturazione.

STAY UP TO DATE

Submit your email to get updates on products and special promotions.